domenica 24 maggio 2015

#memoria1 - LONDON PRIDE




Avevo concentrato contemporaneamente le mie speranze di lavoro ed  emancipazione, delegandole ad una città che stavo iniziando a conoscere meglio.
Non nego che dietro a queste voglie ci fosse un atteggiamento a volte un po’ snob, ma sicuramente guardavo Londra con il desiderio di vivere liberamente, in modo aperto e creativo.

Volevo sfidarmi, alzando l’asticella per uscire dal mio limite.
Tra le cose che le invidiavo, forse la più banale. Quella di concedersi del tempo per se stessi, in luoghi che allora come adesso, hanno per me un fascino particolare.
I pub.
Dietro alle facili battute e dagli scontati sarcasmi, questi luoghi sono quelli in cui mi piace osservare come il mondo scorre, dietro a piccoli gesti, a riti solitari o a chiassose compagnie.
In una bottiglia di birra, di una qualità e marca quasi impossibili da trovare in Italia, in quello sguardo che ci rivolgiamo vicendevolmente, si condensano i sogni di allora, i miei miliardi di pensieri che nascevano nella mia testa nelle lunghe e silenziose camminate, in attesa di ritrovarmi la sera con l’amico che mi ospitava.
Facile fare oggi bilanci, ma non cederò alla tentazione.
Mi lascio cullare solo dal ricordo e dalle sensazioni, delegando a una fotografia la sua custodia

mercoledì 29 aprile 2015

Marienetta Jirkowsky

E' stata la più giovane tra le vittime femminili del Muro di Berlino e l'ultima donna uccisa nel tentativo di attraversarlo.
Aveva 18 anni ed era incinta di tre mesi.